Chi altro vuole fare lo startupper di successo?

startupper di successoTi è mai capitato di conoscere un giovane e aspirante startupper? Prababilmente si, ma invece uno startupper di successo, lo hai conosciuto?

Se vuoi scoprire anche tu i segreti di uno startupper che è riuscito a creare un social network con oltre 28.000 iscritti in pochi mesi, allora leggi attentamente le bombe che devi innescare per far esplodere il tuo mercato.

In questo articolo imparerai ad individuare le 3 soluzioni che servono al tuo mercato, grazie a questa storia di successo, riuscirai ad utilizzare il tuo prodotto o servizio distruggendo completamente la tua concorrenza e attirando l’ attenzione dei tuoi clienti.

scarica il manuale

Nella maggior parte dei casi, quando incontro studenti universitari con un’ idea innovativa, dipendenti che sono stufi del posto “fisso” o professionisti che vogliono cambiare settore, le prima domande che ricevo sono sempre le stesse:

  • “Marco, visto che sei del settore, puoi darmi i nominativi degli investitori?”
  • “Marco, come devo fare per aprire l’ azienda? Il commercialista di famiglia mi ha detto che una SRL è la cosa migliore … mi tiene a riparo dai fallimenti!”
  • “Marco, non posso entrare nei dettagli dell’ idea, sai il rischio che qualcuno possa copiarla è alta, ma io mi fido molto di te … “
  • “Marco, io ho l’ idea, tu sviluppa il progetto e facciamo a metá … anzi io 51% e tu 49%”
  • “Marco, vuoi dare un’ occhiata al mio business plan?”

Quando sento queste cose, capisco giá che ho di fronte uno startupper perdente e non di successo.

Mi chiedo sempre se coglierà l’ occasione di girare l’ interruttore e cambiare dopo la nostra chiacchierata, ma allora perché:

Quasi tutti gli aspiranti startupper come te, fa di questi pensieri?

Probabilmente anche a te è successo mentre stai ascoltando la lezione all’ università, di pensare a chi rivolgerti per farti dare i soldi.

Anche tu quando tutti i giorni ti rechi in ufficio, mentre mandi al diavolo il tuo capo, fantastichi a come andrebbe bene la tua impresa se solo fosse tua.

Oppure ogni volta che pensi al tuo attuale business: clienti, fornitori, partner, dipendenti, reclami, resi, mancati pagamenti e pensi che sei stufo e vuoi lanciare una nuova idea … parli subito con il tuo commercialista.

Le tue attuali preoccupazioni sono come un trapianto che ti è stato fatto nella tua testa e adesso ti dimostro come tutto questo sia assolutamente falso.

È falso pensare che per proteggerti dai fallimenti, ti occorre seguire i consigli del commercialista.

È falso pensare che devi cercare subito gli investitori.

È falso che devi proteggere la tua idea altrimenti te la copiano.

È falso che io debba condividere con te contatti preziosi di investitori, visto che non abbiamo fatto mai business insieme.

È falso che per trovare i soldi, ti serve un business plan.

In Italia, ci sono circa 40 fallimenti al giorno di imprese e/o start up.

I numeri ufficiali (Unioncamere) dicono che ogni 2 ore crolla un’ attività.

Aumentano inoltre anche le richieste di concordato fallimentare (+68%), se non conosci il significato, leggi qui.

Ora, con questi numeri potrebbe essere un azzardo pensare di lanciare una start up.

Al contrario, assolutamente no!

Se sai come fare a verificare in anticipo se la tua idea funziona puoi giá raggiungere la tua vittoria, perché sei sempre in tempo a fermarti prima di fare una strage.

Ecco il segreto di uno startupper di successo:

Conoscere in anteprima se la propria idea funziona oppure no!

Ora ti mostro cosa devi fare e la storia di chi ci è riuscito prima di te, seguendo il giusto metodo.

Oggi conoscerai Alfonso Santitoro che ha creato un social network per universitari e in poco piú di 2 mesi ha avuto oltre 28.000 iscritti alla propria piattaforma.

Prima ancora, voglio avvertirti di quali siano i problemi reali che possono portarti al panico una volta che hai la tua start up.

Ecco le prime 3 cause confessate dal 45% degli startupper falliti che oggi sono pieni di debiti e pendenze penali:

  1. non aver verificato in anteprima se la tua soluzione piace effettivamente a qualcuno
  2. non aver individuato quanti sono questi “qualcuno”
  3. non aver scoperto quanto sono disposti a pagarti questi “qualcuno” per la tua soluzione

Ci sono ulteriori 2 parassiti che succhiano tutte le tue energie e attenzioni, secondo gli startupper perdenti incidono per ben il 30% dei casi:

  1. non avere uno strumento per calcolare esattamente il numero dei clienti necessari per prosperare e superare i competitor
  2. pensare che occorre produrre e poi vendere

Purtroppo per te, ci sono altre devastanti motivazioni che mettono a rischio il tuo business e nell’ ordine sono:

  • Incapacità di creare un team (nell’ audio intervista di Alfonso, ti viene spiegato come devi fare)
  • Non riuscire a trovare i soldi per sviluppare l’ idea
  • Non aver scelto uno dei 40 modelli di business da adottare e continuare a confonderlo con un business plan
  • Concentrarsi troppo sul prodotto o servizio

Ora che hai capito i reali inganni dove inciampano gli startupper inesperti, anche tu puoi ottenere lo stesso successo di Alfonso in 2 mesi se sai come testare e verificare la tua idea prima di creare un’ azienda, rivolgerti ad un commercialista o riempirti di debiti.

Il risultato è sempre garantito perché dopo aver verificato se la tua idea è di successo, ti troverai ad essere te il giudice del tuo business:

  1. Hai la certezza che la tua soluzione ha un numero preciso di clienti pronti ad acquistare da te
  2. oppure hai bisogno di rivedere alcuni passaggi prima di aprire la tua start up

Ecco cosa devi fare per verificare il tuo mercato prima di fondare una startup:

  • Individua 3 grandi problemi o esigenze del cliente
  • Offri 3 soluzioni a questi 3 problemi. Il tuo prodotto o servizio sono solo il mezzo per arrivare alle 3 soluzioni, l’ effetto e il beneficio del loro utilizzo
  • Verifica le 3 soluzioni con un gruppo ristretto di potenziali clienti
  • Migliora il tuo prodotto/servizio
  • Riverifica su larga scala

Questa procedura ti permette di ridurre il tuo rischio imprenditoriale sino al 70%

Questa procedura permette a te e al tuo investitore di ridurre il rischio economico sino al 90%

Questa è sempre la stessa procedura che applico in tutte le start up che contribuisco a sviluppare e che trovi all`interno del mio metodo “Successo Startup”.

Funziona sia che tu abbia un mercato internazionale che locale.

Funziona sia che tu abbia un prodotto fisico che digitale.

Come vedi ho già creato quello che ti serve per testare la tua idea di business, questo ti eviterà di far cadere sulla tua start up una condanna a morte.

Infatti il tuo beneficio non sarà solo quello che eviterai di perdere tanto tempo e denaro.

C’è altro che in questo momento stai ignorando.

Devi sapere che una volta che avrai la tua azienda, la crisi spietata, competitor fuorilegge, clienti deboli e cattivi soci potrebbero portarti ad una condanna di fallimento.

Per esempio, sei a conoscenza che il 50% delle imprese italiane non paga le tasse?

Sono fonti ufficiali del Ministero dell’ economia.

Se pensi che l’ imbarazzante suggerimento del tuo commercialista “Proteggiti con una Srl”, sia sufficiente per evitarti di essere perseguitato da Equitalia … sei già in pericolo.

Quindi, verifica prima di tutto che la tua idea funzioni, scaricando questo manuale.

scarica il manuale

Raccogli numeri reali di potenziali clienti

Vendi la tua soluzione.

Con il metodo “successo startup” che ho specificatamente ideato per gli aspiranti startupper come te, sono in grado di trasferirti tutti i segreti per testare la tua idea di business prima che tu entra nel mercato.

A differenza di altri percorsi che ti vengono proposti, il mio obiettivo è quello di renderti autonomo e libero da consulenze fasulle, business plan inventati o suggerimenti di esperti del settore quali commercialisti, insegnanti universitari o incubatori.

Ascolta l’ audio intervista (Parte 1 e Parte 2) che ho fatto personalmente ad Alfonso, voglio che sia anche per te una fonte d’ ispirazione e proprio per quello, condividi questa informazione online perché anche altri startupper possano diventare di successo!

 

 

Comments

comments

2 thoughts on “Chi altro vuole fare lo startupper di successo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *